Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco: come partecipare e come prepararsi

Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco

È stata indetta una procedura speciale di reclutamento nella qualifica di Vigile del Fuoco nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco. In questo articolo vediamo quali sono i requisiti necessari per parteciparvi.

Lo scorso 20 Novembre 2018 nella Gazzetta Ufficiale – IV Serie Speciale Concorsi ed Esami, è stato pubblicato il bando per una procedura speciale di reclutamento riservata al personale volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, per la copertura di posti nella qualifica di Vigile del Fuoco nel Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco. La procedura resterà aperta fino al prossimo 20 Dicembre, data ultima per l’invio della domande di partecipazione.


INDICE
– Requisiti Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco
– Prove Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco


Requisiti per partecipare alla Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco

Erano oramai parecchi anni che si attendeva la pubblicazione della Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco. Tanti sono, infatti, i Volontari dei Vigili del Fuoco – anche di vecchia data – che erano in attesa del bando che li avrebbe inseriti a tutti gli effetti all’interno del personale in servizio nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Finalmente questa attesa è terminata e la procedura è stata pubblicata lo scorso 20 Novembre 2018 sulla Gazzetta Ufficiale. Vediamo, dunque, quali sono i requisiti necessari per poter partecipare.

Per l’ammissione alla Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco sono richiesti i seguenti requisiti:

– Iscrizione nell’elenco dei Volontari dei Vigili del Fuoco da almeno 3 anni alla data del 1° Gennaio 2018
– Aver prestato, alla data del 1° gennaio 2018, in qualità di Volontario del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, almeno i giorni di servizio di seguito riportati:

  • per il personale con età inferiore a 40 anni, non meno di 120 giorni
  • per il personale volontario con età ricompresa tra i 40 anni compiuti e i 45 anni compiuti, il requisito relativo ai giorni di servizio è elevato a 250 giorni, ad eccezione del personale volontario femminile per cui lo stesso requisito è elevato a 150 giorni; tale personale volontario, di sesso sia maschile che femminile, deve avere altresì effettuato complessivamente non meno di un richiamo di 14 giorni nell’ultimo quadriennio
  • per il personale con età superiore a 46 anni compiuti, il requisito relativo ai giorni di servizio è elevato a 400 giorni, ad eccezione del personale volontario femminile per cui lo stesso requisito è elevato a 200 giorni; tale personale volonario, di sesso sia maschile che femminile, deve avere altresì effettuato complessivamente non meno di due richiami di 14 giorni nell’ultimo quadriennio

– Non aver riportato la sanzione disciplinare della sospensione dai richiami
Cittadinanza italiana
– Godimento dei diritti politici
– Possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali
– Possesso del titolo di studio della scuola dell’obbligo
– Possesso delle qualità morali e di condotta
– Non siano stati espulsi dalle Forze Armate e dai corpi militarmente organizzati
– Non abbiano riportato una condanna a pena detentiva per delitti non colposi ovvero siano stati sottoposti a misura di prevenzione
– Non siano stati destituiti da pubblici uffici o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale.

Come accade per ogni concorso di selezione per entrare nei Vigili del Fuoco, anche per la Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco i requisiti di ammissione, ad eccezione dei requisiti di idoneità fisica e psichica, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione, ovvero il 20 Dicembre 2018.

Prove previste nella Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco

All’interno della Procedura Speciale di Reclutamento riservata al Personale Volontario dei Vigili del Fuoco, i candidati devono superare alcune prove, suddivise in 4 moduli.

Il Modulo 1 è composto dai seguenti esercizi:

  • salita sulla pedana alta m 0,67;
  • estrazione di un anello dalla sede posta a m 1,975 di altezza rispetto al piano di calpestio della pedana e successivo riposizionamento del medesimo anello nella sede originaria;
  • trasporto sulle spalle di un manichino pesante kg 40, lungo un percorso piano di circa m 20;
  • effettuazione alla sbarra fissa di due trazioni complete.

Per la validità della prova tutti gli esercizi costituenti il Modulo 1 devono essere effettuati nel tempo massimo disponibile 3 minuti.

Il Modulo 2, invece, è un percorso unitario, composto dall’insieme degli esercizi di seguito indicati:

  • salita della fune fino a circa m 5 dal suolo – passaggio su una piattaforma posta a m 4,00 dal suolo – discesa della pertica;
  • traslocazione sulla trave di equilibrio, lunga m 5;
  • scavalcamento della parete in legno, alta m 2;
  • attraversamento del tunnel oscurato, lungo m 6 e del diametro di m 0,80;
  • salita e discesa ripetute (n. 10 salite e n. 10 discese) della rampa di scale, costituita da 11 alzate, con trasporto di uno zaino pesante kg 10.

Il candidato deve completare, senza errori e nel rispetto del protocollo di esecuzione, l’intero percorso predisposto, superando nell’ordine fissato dalla Commissione tutte le postazioni presenti, in un tempo non superiore a 4 minuti e 30 secondi.

Il Modulo 3 è composto da esercizi che il candidato deve effettuare nuotando in piscina per complessivi 25 m, parte in galleggiamento prono, parte in immersione in apnea, nel rispetto del protocollo di esecuzione, in un tempo non superiore a 35 secondi.

L’ultimo modulo, il 4, sono degli eserciti atti a dimostrare la capacità di orientamento e di mobilità del candidato in condizioni di visibilità assente. Nello specifico:

  • percorso piano di lunghezza pari a circa m 400, da effettuarsi su tapis roulant con velocità preimpostata pari a 5,5 km/h (passo veloce), indossando la maschera a filtro a pieno facciale senza l’applicazione di alcun tipo di filtro, l’elmetto di protezione e le scarpe antinfortunistiche forniti dall’Amministrazione, nonché i guanti di protezione di proprietà del candidato;
  • percorso piano con cambi di direzione multipli e con la presenza di ostacoli in posizione non nota al candidato, da effettuarsi con i dispositivi di protezione precedentemente indossati e previa applicazione alla visiera della maschera di un sistema di eliminazione della visibilità;
  • smontaggio di un elemento tubolare di un sistema a “tubi e giunti”, mediante l’utilizzo di attrezzature manuali scelte dal candidato tra quelle messe a disposizione.

Per la validità della prova l’esecuzione il primo e il secondo esercizio elencati devono avvenire in rapida sequenza senza pause di recupero, se non per il tempo strettamente indispensabile per l’applicazione alla maschera del sistema di eliminazione della visibilità. Per il superamento della prova, il secondo e il terzo esercizio devono essere effettuati nel tempo massimo disponibile di 8 minuti.

BANDO E ALLEGATI

Bando
Allegato A
Allegato B
Allegato C

Per ricevere maggiori info, contattaci subito, un incaricato della Nissolino Corsi ti risponderà il prima possibile.

Articoli Correlati

Sei il primo a lasciare un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.